Descrizione Progetto

Fleboterapia Rigenerativa Tridimensionale Ambulatoriale (TRAP)

Con l’avanzare dell’età, la circolazione venosa fatica a mantenersi tonica, pertanto subentrano delle debolezze che portano alla formazione di vene varicose e di capillari visibili e antiestetici, oltre che la circolazione lenta favorire stanchezza e pesantezza degli arti inferiori, fino ad arrivare a patologie vascolari importanti.
La TRAP è un metodo innovativo e soprattutto curativo, che a differenza delle sclerosanti (dove le vene vengono chiuse chimicamente) o la safenectomia (che asporta chirurgicamente le vene malate) stringendo il lume delle vene e rinforzando l’elasticità del vaso
Si impiega una soluzione brevettata, ottimamente tollerata, in grado di rigenerare le vene superficiali e perforanti.

L’efficacia della scleroterapia tradizionale è limitata; non è in grado di prevenire il ripetersi di patologie varicose degli arti inferiori e spesso conduce a complicazioni. Agisce sui vasi superficiali chiaramente patologici, che rappresentano solo l’effetto piuttosto che la causa del disturbo. L’obiettivo di questa nuova tecnica, la fleboterapia rigenerativa tridimensionale (TRAP), è quello di ripristinare in modo permanente l’intera circolazione perforante e superficiale degli arti inferiori riducendo il diametro e rafforzando le pareti delle vene, riducendo in tal modo la loro capacità eccessiva e ripristinando la continenza valvolare.

La TRAP produce un risultato estetico e funzionale che non può essere realizzato per mezzo di una qualsiasi delle tecniche precedentemente utilizzate e i risultati ottenuti hanno dimostrato di essere stabili dopo sei anni, dimostrando così l’effetto funzionale del metodo. Come per le altre patologie, la reazione ai trattamenti e la cicatrizzazione e guarigione sono molto personali

INFORMAZIONI UTILI

La TRAP viene eseguita iniettando una nuova soluzione “rigenerante”, il salicilato di sodio al 6% in un veicolo idroglicerico alcalino, introducendolo in tutti i vasi visibili in grandi quantità totali, anche in quelli visualizzati mediante transilluminazione.
Deve essere effettuato un ecocolor doppler degli arti inferiori, per valutare lo stato della circolazione superficiale e profonda) e una visita di verifica della tollerabilità dei farmaci e di valutazione delle condizioni posturali, circolari, linfatiche e venose del paziente, oltre che la valutazione del tessuto adiposo e delle abitudini alimentari. Risultati visibili e duraturi si ottengono con almeno 2-10 sedute per arto (una ogni 20-30 giorni.
Dopo il trattamento potrebbero comparire piccoli lividi, va tenuta una compressione per qualche giorno. Se si seguono i protocolli i risultati sono stabili e duraturi.

Vedi anche – fat body optimize, fat face optimize, ossigeno ozono terapia, carbossiterapia, protocollo aminoacidico, nutrizionista, lifting cosce e braccia, addominoplastica, liposcultura e ipofilling, chirurgia post bariatrica e obesità biorivitalizzazione, new prp con fattori di crescita piastrinici biomimetici, rigenerazione cutanea, life quality medical program, trattamento endovenoso metabolico filtro dell’eterna giovinezza